sabato 23 giugno 2007

Cosa sono 15 minuti...


Sto cercando casa. La padrona questa la vende, quindi devo sloggiare entro il 31 agosto. Ottimo preavviso, devo dire -.-''' La vorrei in centro, con lavatrice e armadio grande. Ovviamente la mia stanza deve essere una singola. Non so se riuscirò a stare in casa con Ale, ancora (sì alla fine... posso resistere e coabitare con lui), perchè anche lui vuole una casa nelle zone dove la voglio io, però vuole anche pagare poco: e allora dovrebbe andare in una stanza doppia: e col ciufolo che io vado in doppia, io voglio la mia singolaaaaaaaaaaaaa!!!
Stasera, poi, cinema a Milano con Ivan: "Il matrimonio di Tuya", bellissimo drammatico film mongolo: da vedere!!! fico è la parola esatta!!!
Poi cena dal giapponese: buonissima anche se i dolci mi sono stati duri da digerire Q__Q dentro il ristorante c'era pure una coppietta gay che abbiamo sgamato subito, anche se io all'inizio ho tentato di respingere l'idea che fossero gay perchè mi ritenevo suggestionato dal fatto che a Milano quella sera c'era pure il gay pride... invece erano proprio gay...
Poi passeggiatina ai navigli con incontro di un gruppetto lesbo che al confronto i camionisti dell'A7 sono Paris Hilton senza cer
etta. Per fortuna che erano straniere perchè Ivan si è messo a dire a voce neanche tanto bassa "Lesboooooo lesboooooo" dietro di loro e, se ci sentivano, ci spettinavano le ossa.
Al ritorno a casa, in treno, c'erano una ragazza di Marsala che tenterà il test di medicina per la QUARTA volta ('mazza che palle!!!) e un ragazzo palestinese di 19 anni troooooooooooooooppo carino (Q___Q pelle schiura, occhi nocciola, barbetta, bel fisico, un bono fatto insomma... Q___Q) che anche lui tenta il test quest anno ed è fratello di uno specializzando in cardiochirurgia e ha 14 fratelli ('STI GRAN CAZZI: SEI FIG
LIO DI 2 CONIGLI?). E insomma... quindi con questi due ragazzi mi metto a parlare, anche se volevo parlare di più con il palestinese fico che con la ragazza, una siciliana chiaccherona che mi impediva la conversazione con il mio mediorientale. Poi, sceso dal treno, un'altra ragazza ancora che era nel mio vagone e che è scesa con me mi dice "ma noi siamo della stessa zona!!! Io sono di Cagliari!!!" EVVAI!!! Siamo una grande nazione, noi sardi XD XD XD
Ora che dire... direi che quel bel mediorientale mi ha fatto venire voglia di mandare un messaggio a un altro mediorientale... un messaggio del tipo " Ciao sono vicino casa tua, che dici? passo a trovarti?" anche se non è vero che sono vicino casa sua, in
realtà sono a casa mia, però vabbè: casa mia sta a un quarto d'ora di cammino da casa sua... quindi questo messaggio potrei mandarglielo davvero... perchè pensa se mi risponde " Sì sì vieni a trovarmi!!!", io mi ci fiondo... del resto cosa sono 15 minuti di cammino da casa sua? Sono solo 15 agonie che rendono più bella la ricompensa, sono solo 15 esami prima della laurea, sono solo 15 torte prima della ciliegina, sono solo 15 "Perchè mi sto facendo del male da solo?" prima di scoprire che il male non ti provoca nessun dolore... Cosa sono 15 minuti di cammino da te? Sono un muro di 15 metri di altezza che ci separa... e io non ho la scala. Sfiga? No: forse è fortuna. Ma chi dice che la fortuna fa sempre piacere?
Ciao ^_^

Nessun commento: