mercoledì 27 giugno 2007

Home sweet home


Oggi giornata passata a vedere stanze e case per l'anno prossimo. Alcune carine, altre stamberghe che manco il castello di Gargamella.
Poi, oggi alle 19:00, LA stanza dei miei sogni: in centro e sulla strada per il policlinico, spaziosa, bel palazzo, coinquilino
simpatico e perbenino, casa fornita di tutto e prezzo abbordabile Q___Q insomma, il tempo di avvertire mammina e papino che avevo trovato la mia alcova e l'ho bloccata subito.
Il problema è stato il mio futuro ex-coinquilino. Lui fino a tre giorni fa sarebbe dovuto rimanere in affitto con me, quindi in programma avevamo che io avrei cercato casa con due singole. Poi però me lo ritrovo in msn e mi d
ice "Senti a mio padre è rivenuta la voglia di comprare una casa... ma niente è sicuro" e io "Vabbè ascolta se la compri e mi piace, vengo a starci io con te; io comunque mi cerco anche delle singole per me" (e tenete conto che 'sto tira&molla del "compro/non compro" è andato avanti tutto l'anno). Mi dice pure che ha due appuntamenti per giovedì, per vedere delle case da comprare, allora gli dico che io entro giovedì devo avere la risposta. Bene. Mi dice anche "Sì ma guarda ti capisco...". Ora: me l'ha data la risposta? No. Ho visto una stanza che mi piaceva prima della sua risposta? Sì. Sono agli ordini suoi, io? No. Ho un casino di esami a Luglio e quindi necessità di liberarmi da questa incombenza? Sì. Abito ad un'ora e mezza di macchina da qui come lui, io? No. Se per caso mi devo accontentare di una ciofeca di casa, posso comunque tornare ogni weekend a casa mia, io? No. Mi ha detto che mi capiva? Sì.

E ALLORA CHE MINCHIA SI INCAZZA SE MI SON PRESO LA STANZA?!?!?!

MA VAFFANCULO VA'!!!

Ciao, cari Q__Q

Nessun commento: