domenica 8 luglio 2007

Sorpresa del cielo...



Studiavo, quando dalla finestra ho sentito che mi hai chiamato...
Plic...

Con un morbido pugno hai annientato il caldo...
Plic...plic...

Non afa, non freddo, solo benessere e senso di casa...
Plic...plic...plic...

Ti guardo scendere dalle nuvole grigie, gomiti appoggiati al balcone e faccia nelle mani...
Plic...plic...plic...plic...

Le gocce mi rotolano sulla schiena e mi rinfrescano la fronte...
Plic...plic...plic...plic...plic...

Sei tu che, negli ultimi zampilli di sole, rifletti l'odore dell'erba e degli alberi, cantando di dolci colori tutto quello che tocchi, sorpresa del cielo che ti tuffi nel vuoto e incroci i miei sogni...
Plic...

Nessun commento: