sabato 8 settembre 2007

Cartoonia: Widget un alieno per amico

Cartone dei primi anni '90, a me piaceva molto e mi ha fatto diventare un ecologista convinto (a parte i rari e occasionali momenti in cui mi faccio una doccia stile Niagara, in cui faccio una lavatrice con acqua calda anche se c'ho solo mezzo carico, in cui me ne frego della raccolta differenziata... ma sono proprio rari, 'sti momenti eh! Per il resto sono proprio un ecologista! Fammi accendere una luce va', che ormai sono già le due del pomeriggio e il sole inizia a calare...). L'alienuccio viola è veramente fico e la canzone è roba che secondo me, se la mettono al Borgo, adattandola un po' alle esigenze house, può avere successo come happy-music.
Traduco la trama paro paro da wikipedia inglese, visto che in italiano non c'è...
"Il cartone verte su un alieno viola alto 4 piedi proveniente dalla nebulosa TestaDiCavallo, chiamato Widget e che può cambiare forma. Lui e un gruppo di giovani amici umani, Brian, Kevin e Kristine, vanno incontro a una serie di avventure per salvaguardare l'ambiente. Widget è spesso accompagnato da Megacervello, un essere
estremamente intelligente ma a volte sciocco, che appare come una testa fluttuante (con un cranio trasparente) e un paio di mani fluttuanti.
Lo show fu prodotto da Calico Creations per insegnare ai bambini i pericoli dell'inquinamento. Ciascun episodio vede Widget che combatte con un terrestre che vuole sfruttare l'ambiente naturale o le risorse naturali, come Dr. Dante, Mega Slank, e il suo gemello malvagio Ratchet (suo di Widget, n.d.r.). In questo modo, Widget, il Guardiano della Terra a Capitan Planet e i Planetari, entrambi eroi attenti a salvare la Terra dalle ferite ecologiche."

Vi attira? No? E invece era divertentizzzimo *____*

Ciau !!! *____*

4 commenti:

Anonimo ha detto...

I cartoons che ogni tanto tiri fuori dal dimenticatoio come scheletri mi fanno tornare indietro di anni, anni in cui ero tartassato (pure pistato, a volte) da loschi bambinetti con tanto dei loro diabolici scugnizzi per il mio album di figurine di Sailor Moon, ma ora mi fa sentire sollevato il fatto che non ero il solo maschietto ad odiare "holly e banji"... grazie... mr
P.S.:La cosa divertente è che con buona parte dei loschi bambinetti poi ci ho scopato!!!

EnRy ha detto...

prego mio caro mr :)
però holly e banji non era così male... secondo me Mark era molto "dotato"...calcisticamente parlando eh???? e poi c'era quello tanto carino malato di cuore, Julian... che, lo lasciamo stramazzare in mezzo al campo? Curiamolo no?
Anche io da piccolo ero un patito delle Sailor, sopratutto della Nettuno, anche se ora preferisco la Saturn... :D però i miei amichetti non mi picchiavano, si limitavano a dirmi "ma è un cartone da femmine!!!" e io gli dicevo "ma statti un po' zitto..."... ah!!! la capacità dei bimbi di strafregarsene!!!

baci ^__^

Anonimo ha detto...

Beato te... invece la crudeltà di un monello delle borgate di roma può arrivare a livelli stupefacenti... Roma, anche nel suo essere cosmopolita, non è luogo facile da essere vissuto. Non era facile strafregarsene con il setto nasale rotto... baci mr
P.S.: si forse c'hai pure ragione su Holly e Banji, ma io pensavo solo a Marzio... e mi toccavo!

EnRy ha detto...

mi dispiace, mr... :(

sì anche marzio c'aveva il suo fascino :D