domenica 13 gennaio 2008

...perchè la vita vale la pena di raccontarla due volte!!!


Allora, ora parliamo dello stesso argomento di cui ho parlato nel post precedente. Solo che questa volta lo facciamo da un punto di vista più scanzonato, meno poetico. Più ridanciano, dai, senza troppo prenderci sul serio.
Perché la vita è troppo grande per un solo punto di vista.
Vabbè l’argomento credo che sia chiaro: “Chi s’è zufolato BimboSottaceto?” (che sembra il titolo di un quiz del tipo “Che fine ha fatto Carmen SanDiego?”).
Ebbene, costui lo chiameremo Avvoltoio. Beh, gli assomiglia un po’ O_o Sapete quelle persone che appena le vedete dite “Ma guarda tu che faccia da pesce c’ha questo” oppure “Questo qui sembra un porco” o ancora “Questa chi è? La sorella di Furia, cavallo del West?”. Ecco: lui aveva un’aria da avvoltoio: occhio penetrante bluissimo (non azzurro eh: BLU DEL MARE!) dal taglio rotondo, pomo d’adamo un po’ accennato, alto, capelli pettinati alla sono-uno-sperimentatore (leggasi: da gay), vestito casual-elegante-presentabile.
Comunque, lo aspetto di fronte al risorante messicano.
Io ovviamente ero un figo.
Eccolo che arriva. Mi rendo conto che…uhm… sì: inutile negarlo: è po’ effeminato. Ma non troppo. E poi chissenefrega: non ho mai capito tutto questo astio nei confronti degli effeminati. Gli stessi effeminati non vogliono avere un effeminato come compagno. Come se a un gay non effeminato piacessero gli uomini più che a un effeminato. Ma vabbè.
Dicevamo? Ah sì: è arrivato. Saliamo in auto. E’ di un paese in provincia di Milano, tra Milano e la mia ridente cittadina, fa l’operaio, ha 28 anni, frequenta Milano nel fine settimana e la mia ridente cittadina durante la settimana perché Milano in quel periodo è più difficile raggiungerla a causa degli orari di lavoro. Mi rendo conto che ha una voce da pennuto: querula e nasale. Mi fa simpatia! :D
Mi chiede dove andiamo. “Boh!” gli dico io. Allora lui mi elenca un po’ di pub di questa ridente cittadina che io non ho mai sentito perché infatti sono tutti inculati. Comunque ne giriamo due. Nel primo paga lui. Nel secondo io (ovviamente il secondo giro è il più caro -.-’’’). E due birrozze già mi fanno partire. C’è stato qualche momento imbarazzante di silenzio, però siamo stati bene.
Uscendo dal secondo pub mi chiede se ho una gomma da masticare ma io non ce l’ho. Mi scatta subito la lampadina: perché un ragazzo vuole una gomma da masticare, a un appuntamento con un altro ragazzo, dopo che si sono fatti una birra? Per caso per rinfrescarsi l’alito nell’eventualità di una slinguatuzza? Nooooooooooooo… ma che vado mai a pensare, maligno che non sono altro!
Mi riaccompagna sotto casa. Mi chiede se mi sono divertito. Io dico di sì e che spero di rivederlo.
Lui mi dice che ho degli occhi bellissimi e io gli dico che anche i suoi sono molto belli.
Abbraccino.
Carezzina.
Bacio.
Dopo che mi bacia mi dice “Avevo voglia di farlo” O_o Vabbè. Ciccio mio, non è una giustificazione, sai? Anche io c’ho voglia di scurreggiare da due ore, visto che prima di incontrarci ho cenato con la fagiolata e le bollicine della birra stanno completando l’opera; ma non è che solo perché c’ho voglia di farlo, faccio partire la tromba dei bersaglieri alla carica, eh!
Comunque, visto che anche io avevo voglia di baciarlo, l’ho lasciato fare e l’ho ribaciato…
E dopo di che…
E dopo di che… furori!!! Però tutto con classe eh? Mica una sveltina! No no: come i pranzi che si rispettino hanno l’antipasto, il primo, il secondo e il dessert, noi ci siamo concessi preliminari, sesso soft, sesso hard (semi-hard, va’) e le coccole alla fine!
Ci sono stati dei momenti strani… del tipo quando stavo soffocando le risate perché lui aveva delle calzine di quelle dove ogni dito ha il suo spazio, in stile guanto! Cioè sono obbiettivamente carine ma a me fanno obbiettivamente cagare :D però vabbè :D
Altro momento simpatico è quando, guardando i miei bellissimi occhi che gli piacciono tanto (*_*), mi ha chiesto “Ma usi la matita?”. Ecco, io a quel punto gli ho detto NO -.-’’’ e lui “Ma neanche sulle ciglia?” E io di nuovo NO -.-’’’. Magari poteva chiedermi pure se uso il phard, non so. O un po’ di smalto. O il Vagisil Intimo. O il Carefree Nuvenia Libresse.
Poi, abbiamo avuto la bella idea di posizionarci in una posizione che neanche la casa del Grande Fratello sarebbe potuta essere più spiata. Allora: alla sinistra, signore e signori, potete ammirare qualcosa tipo 3 o 4 palazzi in fila, di cui uno il mio, colmi di finestre; alla destra, ammirate il convento dei padri agostiniani altrettanto pieno di finestre e con annessa chiesa (trombo di fronte a una chiesa, poi in passato ho trombato con un seminarista…: Marylin Manson, la tua blasfemia mi fa una pippa); davanti a noi c’è la caserma dei carabinieri con altrettante finestre; dietro ecco altri palazzi e due strade che portano direttamente a dove ci siamo messi noi. E dove ci siamo messi? Parcheggiati di fianco a delle altre macchine. Perfetto direi. Così se qualcuno avesse dimenticato l’ombrello in macchina e volesse andare a riprenderlo, si vedeva pure il film porno-gay della Belamì, gratis e direttamente sul set.
Come se non bastasse, io, nel mentre tentavo di mettermi comodo durante le nostre kamasutriane acrobazie, ho appoggiato il ginocchio sul clacson: BEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEPPPPP!!! Capirai. Chi vuoi che ci abbia sentito. Chi ci avrà fatto caso. Del resto, alle 3 e mezza di notte, qui, la città della noia, quanti clacson si sentono suonare all’impazzata? Un casino. Una marea. Non finisci più di contarli. Infatti la finestra che si è illuminata subito dopo all’improvviso è stato un caso eh? Sì sì. Era qualcuno che stava andando a farsi una partita alla Play Station perché soffre d’insonnia. Fidati.
Beh, ovviamente nessuno aveva il preservativo quindi niente hard sex e lui mi dice tra il serio e il faceto “Ma sei tu l’esperto di queste cose cose! Dovevi portarlo!”. IOOOOOOOO??????? Ma se era la prima volta che scupazzavo in auto!!! Ora mi tocca pure passare per troia di tangenziale :°(
Dopo due orette di bollori, insomma, dove qualcuno è “arrivato” [(capite a me… aumm’ aumm’) sporcandosi i sedili dell’auto, il maglione e pure la felpa del suo giovine compagno] e qualcun altro no ma era felice lo stesso perché scupazzare in auto è davvero bello… ci siamo salutati.
Ecco: il momento dei saluti è CRUCIALE per l’andamento a buon fine dell’INTERA serata. Lui si è comportato bene, infatti non mi ha detto “grazie” ma “grazie della serata” che è una cosa accettabile. Infatti, un “grazie” soltanto vuol dire “grazie per esserti dimenticato la cintura di castità sul comodino” mentre, se specifichi che il grazie è per la serata nel suo complesso, allora ci può stare. Però poi si è rovinato un po’: infatti mi ha detto che ci risentiamo, abbiamo parlato un po’ di quando ci risentiamo e cose così per metterci meglio d’accordo e, sinceramente, lui mi sembra davvero intenzionato a rivedermi. Il problema è che alla fine mi ha detto: “E fatti sentire eh?”. Io sta frase non la capisco! Ma come è che non c’è nessuno che dica “E non preoccuparti: ti chiamo io eh? Non voglio che tu spenda troppi soldi al cellulare! C’ho troppa voglia di risentirti! Non posso aspettare mica che mi chiami tu!”. No. Quando mai. Se lo vuoi risentire, TU devi chiamare. Altrimenti col cavolo che lo risenti… prima della prossima rocambolesca scupazzata, ovvio.

Baci ^_^

11 commenti:

ivri acido ha detto...

No comment.
In macchina.
Operaio.
"della provincia di Pavia".

Auguri.

PS: la prossima volta altro che aperitivo stile "raccontami qualcosa...", ti offro due birre anch'io! ihih

Kikkozzu ha detto...

ma era carino il post romantico...
e poi son carini quei calzini (dice affondando i piedini nelle pantofole ^^") !
allora vi siete sppupazzati bene eh?... e brav... ora sta a te rivedervi o meno...te lo ha detto pure lui no? ahahah... scsa, era di cattivo gusto!
certo che davanti ai cosi agostiniani...a me sarebbe passata del tutto la voglia.. :P
ma se non ci si diverte adesso che siam giovani, quando lo facciam? nel mio futuro ed elitario club:"amici della prostata"?... :)
baci, kikko...

Adynaton86 ha detto...

I calzini con le dita separate sono bellissimi, taci :D Divertente vedere la reazione "a caldo" e "a freddo"! Anche se, secondo me, tendi a sminuire nella seconda versione... di' la verità, hai goduto come un riccio e sei pure contento! Guarda che non c'è niente di male :) buona scop...erta!
baci!
Ady

EnRy ha detto...

@Ivri
Uffffff lo so che tu per il tuo amichetto vuoi solo il meglio però il meglio sei tu!!! E che ci posso fare se, sotto le lenzuola siamo "troppo simili"? Q__Q Baci ^_^
P.s. = niente birre, con te -.-'''

@Kikkozzu
Ribadisco che i calzini erano brutti XD E ribadisco che, preti o no, la voglia non passa no! *_* Giusto comunque: divertiamoci ora ma ANCHE quando avremo la prostata grossa come un cocomero! Baci ^_^

@Ady
Sono bruttiiiiiiiiiiiiii!!!! XD
Beh certo che ho goduto! ghghgh!!! altrimenti scorciavo la cosa e mi inventavo che salivo un attimo a casa a prendere il preservativo e poi non riscendevo più °_°''' Baci!!! :D

Dony ha detto...

e bravo enry! almeno tu!!! io sono secoli che, anche se da etero, decanto le virtù del sesso acrobatico in car...lol

Alessandro! ha detto...

MA SE ORA IL TIZIO LEGGESSE IL POST?? :-D
Ad ogni modo.. il preservativo sempre in saccoccia eh ;)

ciau

Adynaton86 ha detto...

Pover'uomo se lo leggesse...! XD
Comunque foto notevole anche se... non mi è molto chiara l'attinenza col post :D

EnRy ha detto...

@Dony
Grande dony! DIRMELO PRIMA NO EH? COSì MI RIFACEVO!

@Ale!
Ma noooooo che nn legge!!! :D Sì sì d'ora in poi il preservix me lo metto insieme al portachiavi XD

@Ady
Beh come cosa c'entra :D sesso...auto...ragazzi ignudi... :D chiaro no? :D
e poi, anche se nn c'entrasse niente... è sempre bello vedere una cosa così :D

eFY ha detto...

1. voce querula..
2. calzine coi ditini
3. uno è venuto l'altro no..
4. grazie della serata
5. tirchieria di fondo..
6. lo rivedrai???

il tuo petulante sardo infingardo

EnRy ha detto...

efy, caro, fottiti... ormai è la terza volta che lo rivedo :D

EnRy ha detto...

...e non l'ho solo rivisto!!! ghghghg!!!