martedì 21 ottobre 2008

Bloggers


Ma quanti saranno? E perchè ci sono? Non si potevano tenere un diario normale come fanno tutti?
A quanto pare un blog non è come un diario, nonostante siano la stessa cosa. Perchè il diario è una cosa col lucchetto che vedi solo tu e la tua amichetta del cuore o tua madre se riesce a sgamarti la chiave.
Un blog, invece, è un bene comune: tu VUOI che lo leggano, ti fa piacere, per quanto magari ci tieni alla riservatezza e vuoi cambiare i nomi delle cose, dei fatti, dei posti. E così il tuo professore più pazzo diventa CardiolaioMatto e l'orgia assassina che hai fatto la sera prima diventa "la tua prima comunione". Però vuoi che lo leggano. Più gente possibile.
E poi ce l'annosa questione dei commenti. Commento? E che commento? E chi lo conosce 'sto blogger? Ha scritto due robe, così... e ora lo commento? Ma dice di vivere a Roma, a NYC, a Milano... sicuramente non l'avrò neanche visto... però commento, sono sicuro che gli farà piacere e, se non gli fa piacere, sono sicuro che gli fa piacere che non gli faccia piacere perchè tanto mica si può piacere a tutti. Anzi, alle volte non è che lo commento, lo critico direttamente. Eh beh, sì, perchè ad alcuni blogger ci si affeziona (al blogger, si badi... non alla persona!), si intuisce che sono delle belle persone (anche se tu nn puoi saperlo manco per una cippa se lo sono o no) e quindi vorresti dargli dei consigli, essere parte della loro vita...
Non sono il tipo che crede nelle amicizie virtuali, il mondo virtuale è un non-luogo e quindi un amico virtuale è un non-amico. Esisti, ma fino a quando non ho chiuso il mio Asus X51L (che è bel-lis-si-mo *_*). Se vuoi continuare a esistere, devi farmi riaprire il laptop. Oppure dobbiamo incontrarci :) sì... ma anche piacerci ;)
E poi c'è la deliziosa colonnina dei blogger amici. Insomma quelli che ti piacciono, quelli che leggi. E poi ci sono quelli che ti ricordi l'indirizzo ma nn li metti in colonnina (così... ti ispirano ma te li tieni per te).
Ad esempio, c'è un blogger che tu te lo immagini come un cartone animato giapponese, da come scrive, in stile pupazzoso e coccoloso; poi per caso scorgi il suo myspace o msnspace (e chi si ricorda!) dove ci sono foto sue e... ti rendi conto che è come l'hai davvero immaginato: ed è strano! Perchè solitamente tu non ci azzecchi mai per le previsioni e quando ti immagini uno sfigato arriva uno che non ti si guarda e quando ti immagini l'uomo della tua vita arriva un monster of the darkness... Ma stavolta no: ecco un Pickatchu in tutta la sua elettrica dolcezza, direttamente dalla tua immaginazione ;)
Oppure c'è il ragazzo che scrive così bene che ti chiedi perchè nn faccia lo scrittore... e chissà che un giorno...
O il ragazzo del sud Italia che è nato per scrivere poesie, tristi, sofferte... beh del resto chi sta bene, secondo me non è un artista.
Oppure c'è la dottoressa romana, uscita direttamente da un film di Verdone e con una capoccia tanta, che ci racconta della sua vita di medico e di donna con ironia e dolcezza e, alle volte, tratti di sofferenza per quello che ha visto, che sta passando e per tutti i mazzi che la vita ci regala.
Poi c'è il blog comico-umoristico-cazzaro-porcelloso-frociarolo in cui i blogger fingono di essere chi questo e chi quello... troppo finto per essere vero ma troppo ben fatto per non essere apprezzato e non farti sorridere :D
E che dire di uno dei blog più visitati d'Italia? Inutile, banale, ripetitivo... però chissà perchè... ci rifinisco sempre u.u allora mi piace dai!
E poi c'è il blog del giornalista noto che vuole rimanere ignoto, quello ben immesso nel jet set, che pubblica foto da vippaio di prima categoria e ci racconta un po' di se'...
E ancora, abbiamo il brutto anatroccolo con cui raccontarti duemila cacchiate in msn :) insomma, simpatico! :)
E c'è quello che alla prima impressione è una troia, poi forse non lo è ma è uno che sta sempre a sputare sangue... poi ti rendi conto che le due cose nn sono così incompatibili come sembrano.
Poi c'è il blog morto ma che non hai potuto fare a meno di leggertelo tutto d'un fiato perchè se quel blog diventasse un libro... Melissa P. e i suoi cento colpi di cazzo prima di andare a dormire potrebbero pure eclissarsi!
E il blog di quel fotografo 26enne di Milano, bello come il sole, iscritto a tutti i siti gay che hai visitato e che fa pure delle belle foto (perchè diciamocelo che, al giorno d'oggi, un po' tutti si improvvisano fotografi... ma questo è veramente un fotografo) e non è solo fotografo perchè scrive e disegna... e vorresti lasciargli un commento o aggiungerlo ai tuoi blog amici ma ti rendi conto che tu e lui non avete proprio nulla da spartire... insomma, questo sa fare troppe cose e tu non hai ancora scoperto in cosa riesci davvero e ti batti per scoprirlo giorno dopo giorno... lui è quasi arrivato o almeno sembra così mentre tu stai appena iniziando...diversità schiaccianti... e non ti interessa più.
E poi c'è il blog del tuo ex... che all'inizio lo guardavi solo perchè ne eri ancora cotto... ora lo guardi solo perchè le sue "poesie" (e mi perdonino qui i poeti tutti... -.-''') fanno veramente cagare ;) Ma almeno due risate, in questo grigio mondo di blogger e virtualità, te le puoi fare: grazie anche a te :) e sarò buono: non metto il link!

Baci

4 commenti:

Memole ha detto...

Maledetto! ti sei dimenticato di noi! XD

il brutto anattroccolo ha detto...

maledetto! mi hai dato del brutto anatroccolo!!! io sono un sexy futuro chirurgay! mi hai presentato come quello che dice idiozie........ mo ti blocco su emme-esse-enne e vediamo se non ti crolla il morale senza di me! ti aborro!

Adynaton86 ha detto...

Onoratissimo della menzione e dell'appellativo :) Fare lo scrittore è troppo difficile, non sono portato. Un conto è scrivere una pagina, altra cosa è scriverne 100 o 200, legate tra loro da un senso compiuto. Perché scrivere sul blog? Bella domanda. Forse inizia così, per gioco. Poi ti rendi conto che una pagina virtuale, seppur meno poetica di un romantico diario di fogli consunti e scarabocchiati, è più vera, almeno nella misura in cui sai che non è detto che qualcuno che conosci possa accedervi.
Spiegazione un po' contorta, ma in tutta onestà non sono nemmeno sicuro di quanto ho appena detto.
E tu? Perché? :)
un abbraccio
Ady

EnRy ha detto...

@Memole
Ops! non sapevo neanche della vostra esistenza! :D schiuuuuusa! :D

@Efy
Ma i brutti anatroccoli si trasformano in cigni splendenti... :)

@Ady
Beh rimani un grande scrittore di fogli sparsi :) Condivido le motivazioni per cui ci si mette a scrivere un blog. E anche del fatto che più si rimane anonimi più si è sinceri :)

Baci a tutti ^_^