mercoledì 25 febbraio 2009

Little man


Periodo, questo, in cui mi sento piccolo piccolo.
Senza un uomo (fisso), senza la forza di studiare (perchè non la vendono al posto di quegli stupidi integratori alimentari?), senza tempo per divertirmi (80enne dentro come neanche la Tatangelo).

Oggi ho fatto Neuroradiologia. Erano 10 crocette. E le voci erano fondate: crocette bastarde. Su cose mai spiegate. Su cose mai sentite. Su cose che nel libro non ci sono. Ma io, con un po' di culo e un po' di intelligenza, ne ho contate giuste 7 od 8. Quindi passo. E la parte di Neurologia e Neurochirurgia me la farò a Giugno. Perchè in questo periodo mi sento piccolo piccolo e ho voglia di procedere a piccoli passi. Ne ho il bisogno. Non ce la faccio a correre e, se lo farò, mi stroncherò. Piccoli passi. Ecco la parola d'ordine. Piccoli ma inarrestabili.

Devo ricredermi sulla Dermatologia: alla fine non è una disciplina così difficile. All'esame basterà iniziare qualsiasi domanda con la frase "Infiammazione cutanea con tipiche manifestazioni vescicolose ma anche papulose e, alle volte, eritematose ma esiste anche una variante maculare" (insomma INVENTI E VA BENE TUTTO). Poi continui con la terapia che è sempre una pomata al cortisone e ciao ciao, 30 e lode. Insomma, tutti noi possiamo essere dermatologi. Anche io lo sono, un dermatologo. Ma piccolo piccolo.

Sogno spesso di fare sesso con Pavel Novotny. E' ben comprensibile, data l'estetica del suddetto ragazzone di cui ho visto praticamente quasi tutti i suoi film (o forse proprio tutti). E che sogni! Sogni-realtà. Di quelli che mi sveglio deluso di non trovarmelo al fianco, credendolo fuggito via dopo l'amplesso, tanto fu dettagliato nella dimensione onirica.
I sogni son desideri... questi son desideri grandi grandi di un uomo piccolo piccolo. Perchè a me, se mi cagasse uno come Pavel, è perchè gli hanno detto che sono ricco.

Oggi c'è Amici e come al solito lo guarderò con Ivri, tifando Valerio, smerdando la vociaccia di Luca, notando la checcaggine di Pedro e ridendo della stronzaggine di Martina. Piccole serate per un piccolo uomo.

Ho finalmente l'ADSL. Piccole soddisfazioni per un piccolo uomo.

Alle volte i tuoi ex (era un ex?) si rifanno sentire. Perchè leggono il tuo post e lo credono indirizzato a lui. E tu che gli spieghi che non ci stai manco per il cazzo più pensando a lui e che quel post era per tutt'altra persona. E lui che si scusa di averti fatto soffrire. E tu che ti stupisci perchè allora è vero che le persone magari possono cambiare e crescere un po' davvero. Ma a te non ti interessa più di tanto. Ti sei un po' indurito. Niente di che, solo un piccolo callo nell'anima, giusto una piccola protezione per future storie; però tanto ti basta per vedere le cose un po' più distaccato, un po' più in alto di quanto non facevi prima.
Piccoli cambiamenti in cui forse ho avuto una piccola parte da piccolo uomo con la U maiuscola.


Vado a piccoleggiare altrove.

lunedì 16 febbraio 2009

Sweet Worst


A volte, per dimostrare di voler bene a qualcuno, l'unico modo è cantargliene quattro. Niente "tvb" o "quanto sei carino" ma tanti "stai facendo schifo" e "mi hai deluso tantissimo".
E i rapporti finiscono, almeno temporaneamente, si spera. Non ci si sente più, magari ci si controlla a distanza, per vedere se il rimprovero ha avuto effetto.
E se si è cambiati un po', se si è diventati migliori... beh, con una scusa, ci si rincontra.

Ma le persone che più ti stimano, quando vogliono dirti che le hai deluse, raramente lo fanno proprio nell'occasione in cui le hai ferite: spesso trovano un pretesto, una sciocchezza che puoi aver fatto subito dopo e ti mandano a quel paese. Perchè ti vogliono troppo bene per farti capire che ci sono rimasti davvero male. Preferiscono farti pensare che si sono bevuti il cervello tutti d'un colpo. E tu che rimani lì, a chiederti "Ma... cosa ho fatto?". E non riesci a capire, finchè provi a pensare a ciò che è successo prima. E quando quello che è successo prima non è un vero e proprio torto ma una mancanza di tatto, è un po' più difficile riavvicinare i lembi della ferita.

Non ci si sente per forza in colpa. Del resto il torto, la mancanza di tatto, le ingiustizie... tutto è molto relativo e possono essere considerati tali solo se entrambe le parti in causa li considerano tali e, se ciò non avviene, questi non sussistono. Ma se son considerati tali solo da una parte (perchè quella parte ha un groviglio di neuroni che funzionano in maniera imprevedibile), le cose si complicano ancora di più.

Tu che te la prendi con me perchè sono io, io che me la prendo con te perchè te la prendi con me perchè sono io. Io che ti deludo perchè sbaglio, tu che mi deludi perchè non posso sbagliare anche se tu hai sbagliato centinaia di volte. Tu che te la prendi con me perchè ti dico qualcosa su come sei, io che me la prendo con te perchè non vuoi che ti dica come sei perchè tanto tu sei talmente inarrivabile che nessuno può capirti (come se mai avessi voluto forzare i tempi che servono per capirti, io...).

Strane congiunzioni astrali... un po' di torto ci sarà da tutt'e due le parti.

Se mi leggi, sappi che ti ringrazio per tutto quello che mi hai dato.

Ciao.

sabato 14 febbraio 2009

Bitter Better


Ho ripreso a frequentare Urologia. Mi piace molto, quanto mi piaceva prima. Lo specializzando gay che prima mi lanciava certe occhiatacce d'odio (chiamiamolo...uhm... come lo chiamiamo... AbbronzatoMaConStile) adesso non me le lancia più. Ci vogliamo bene, anzi (magari...). A dire il vero non sono sicuro al 100% che sia gay. Però un po' schecca, sorrisi a profusione, una volta si è lasciato scappare che si fa la ceretta al petto (e forse si rifà pure le sopracciglia... a proposito! Me le sono rifatte anche io, più sottili e leggermente ad ala di gabbiano (ma poco poco eh!) e sto benissimooooooo!!!) e che da giovane aveva i capelli lunghi... insomma, mi dà da pensare... io magari ci tento, va'...
Mi son reso conto che non sapevo fare le cartelle: ora un po' ho imparato anche se sono lento come una lumaca. E FascistaAmimico, uno specializzando, se ne dispera.
C'è anche un altro specializzando che mi deride, Rottendam (sì, con la N... perchè, sapete, questo qui è un tantino marcio), uno spocchioso coglionotto arricchito fancazzista, il quale si ritiene in diritto di farsi beffe di me di fronte a tutti perchè uso il termine “borborigmi” nella cartella clinica. Perchè lui sostiene che non esiste questo termine. In realtà lo trovi in qualsiasi libro di semeiotica. Ma lui continua a prendermi per il culo e a dirmi che non so un cazzo e non studio un cazzo, con quel suo sorrisino beota stampato su quella faccia da gigione mezzo pelato. Martedì lo rivedo: credo che gli parlerò di questa questione... insomma, intendiamoci: ci sta che io venga ripreso perchè sbaglio le cose, ci sta che io venga ripreso perchè non so le cose, io so benissimo di non sapere e non saper fare molte cose... ma non ci sta proprio che io venga messo in burletta per due giorni di fila di fronte a tutti perchè dico una cosa sacrosanta. Ovviamente gli altri specializzandi non gli dicono niente, a questo qua. Ma l'avevo già capito che in quel reparto si fanno mille sorrisini quando sono faccia a faccia e, appena uno si gira, ZAAAAAAAAAAAAAAAAAC coltellata alle spalle. Non so cosa mi dirà ma, sinceramente, non mi pesa e non sono neanche preoccupato. Ho il 99% di possibilità di farlo incazzare ma è una questione di dignità personale e non sono preoccupato. Se si incazza, però, ho il 99% di possibilità di essere gentilmente invitato a non mettere mai più piede in quel reparto e, in questo caso, un po' mi preoccupo. Però devo farlo: non ho ancora visto la scritta “Scemo del villaggio” sulla mia fronte e non voglio che la vedano neanche gli altri.
Poi c'è una specializzanda che non avevo mai visto, LaVecchia. E' stata per sei mesi alla Chirurgia Generale, ora è tornata e dall'altra parte ci hanno mandato quella carota nel culo di Angherio (altro specializzando, insostenibile ma, almeno, preparato). Comunque LaVecchia è una che, quando gli ho chiesto se potevo farle una domanda (dato che tanto era da UN'ORA al computer, cazzeggiando sul sito della Vodafone), mi ha risposto “Uff... no dai, ora non ho voglia” O_o Insomma, l'archetipo di specializzando da non seguire mai: non attirante sessualmente, scemo e fancazzista.

Ieri era S. Valentino. Come l'ho inaugurato? Ovvio: dandomi al sesso matto. Il secondo S. Valentino della mia vita che passo facendo mad sex. Lui è...uhm... come lo chiamiamo... AvvocatoSiculo. Un 27enne molto carino che io avevo già notato. Ci conosciamo su un classico sito-pollaio. Scambio msn e si parla un po'... lui è fidanzato... evvabbè. Il fidanzato è in Erasmus, tornerà in questi giorni. Pazienza se è fidanzato, mi dico. Comunque ci sentiamo ieri su mns e ci diciamo: perchè non andiamo a farci una passeggiata? Ma sì, tanto sono le 23. E ci incontriamo. Lui, come ho detto, è molto carino, laureato in giurisprudenza, lavora, simpatico, colto, intelligente (oddio tutti questi aggettivi sono frutto solo di una prima impressione eh! Però sai come è: l'intelligenza è difficile da fingere) e fidanzato. Andiamo a fare un giretto, poi qualcosa da bere e poi altro giretto. Toh, eccoci di fronte al castello. E' tardi, meglio tornare a casa. Bacino sulla guancia. Accidenti, quel drink era troppo forte e io sono troppo astemio. Lui mi tira a sé e mi bacia ma mica sulla guancia, stavolta.

Io: Ma... non eri fidanzato?
AvvocatoSiculo: Sì, e anche felicemente, da 3 anni [n.d.EnRy: Ammazza!!! Felicemente e cornutamente, direi!!!], questo deve essere ben chiaro. Ma non preoccuparti... a noi due alle volte piace divertirci. E poi, io, del resto, non so mica cosa lui ha fatto in Erasmus e neanche glielo chiedo [n.d.EnRy: sì sì è proprio la filosofia del “Felici & Cornuti s.p.a.”!!!]

Comunque, una volta arrivati a casa mia, più che il fatto che lui era fidanzato felicemente, erano ben chiare due cose.
1) L'etanolo inibisce potentemente la secrezione di ADH (tradotto: mi stavo pisciando addosso);
2) AvvocatoSiculo scopa meravigliosamente bene. Un mix di potenza e di dolcezza veramente ben assortite, il tutto amplificato dal suo bel visino, dal suo bel corpo e dal suo bel bastoncino della felicità;
3) L'etanolo ti rende incapace di avere un'erezione (tradotto: meno male che sono passivo!!!)

Comunque... bislacca, questa trombata. Per le seguenti ragioni.
1) Era fidanzato;
2) Era S. Valentino e io scopavo col fidanzato di un altro;
3) Mi pongo il dubbio di essere un po' puttana.
4) Nonostante il dubbio, non mi sento in colpa. Mi sono divertito. Il suo ragazzo non è amico mio e quindi non ho fatto torto a nessuno.
5) Mi ha detto “Grazie per la serata” e, questa volta, non mi ha dato fastidio. Del resto, per quanto bella, non è una “serata" che noi due possiamo ripetere. Altrimenti... altro che dubbi di essere puttana!


Ciao ciao.