giovedì 28 gennaio 2010

Little Miss Sunshine is looking for the key


Told you I'll be here forever,
Said I'll always be your friend,
Took an oath I'ma stick it out 'till the end...





OcchiVerdeDollaro non l'ho ancora rivisto.
Ci siamo solo sentiti, via msn.
Il fatto è che sono troppo instabile, ancora.
Un giorno mi sveglio contento che l'amicizia sia rimasta, il giorno dopo mi sveglio un po' nervosino perchè lui non si sente in dovere di sfiorare l'argomento (come se non fosse importante), il giorno dopo ancora sono decisamente incazzato, ai limiti del furioso.
Per esempio, due giorni fa, ci saremmo dovuti vedere: gli mando un messaggio per sapere che faceva, lui doveva uscire con due suoi amici per due chiacchiere di lavoro ma anche per rilassarsi. Ok, perfetto. Mica me l'ha detto, però. Mentre sono sicuro al 99,99 % che, se non avessi mai mandato quella dannata mail, io e lui ci eravamo già rivisti duemila volta per raccontarci milioni di cose.
E insomma, quindi mi son sentito messo da parte, nonostante lui mi avesse poi detto "Vieni anche tu". Io sulle prime gli ho detto di sì. Poi, preso un po' dalla delusione (un po'???) mi sono messo a guardare la tv, mi sono sdraiato sul divano, mi sono addormentato.
Squilla il cellulare. E' un suo messaggio: tra un quarto d'ora in un locale sotto casa sua e poi forse si sarebbe andati alla serata gaya di questa ridente città.
E mi è montata la rabbia. E' ingiustificato che mi sia montata, lo so, ma non ci posso fare niente, avevo accumulato troppa delusione per poter fare in modo che non marcisse in qualcosa di più violento. E insomma: tra un quarto d'ora dovevo essere dall'altra parte della città? E cosa sono, un cane?
Gli mando un messaggio per dirgli che sto crollando di sonno e che non verrò, che si divertano, ciao ciao.
Lui non risponde.
Mi infilo uno di quei morbidi e larghissimi pigiamoni e vado a letto.
Passa il tempo.
Sono sveglio.
Incazzato.
Sveglio.
Gli occhi ridotti a una fessura, credo anche mi brillassero di rosso fuoco.
Sveglio.
Penso che sia uno stronzo.
Sveglio.
E' mezzanotte.
Sveglio.
Butto all'aria piumone e tutto, accendo la luce, mi dò una lavata, mi vesto, mi spruzzo addosso due gocce di Polo Black ed esco incazzatissimo. Più che camminare, corro. Nelle orecchie, l'iPod con gli Abba: SOS (canzone appropriata, direi, perchè un po' di aiuto mi sarebbe servito proprio).
Non mi ha risposto al messaggio. Chi si crede di essere? Almeno una buonanotte, almeno! Di me si impossessa una specie di gelosia-voglia-di-rivincita e passo davanti al locale della serata gaya (gli Abba cedono il passo a Dj Tiesto: He's a pirate. E sì, ero abbastanza piratesco, in quel momento). Fuori dal locale, c'è una combriccola in cui riconosco alcuni dei suoi amici. Ho lo sguardo basso, Dj Tiesto a tutto volume. Se qualcuno mi chiama, non posso sentirlo, sono giustificato. Ho gli occhi bassi, non posso vedere nessuno, sono giustificato a non fermarmi. Non voglio fermarmi: voglio che lui mi veda mentre cammino senza fermarmi da lui. In realtà ho visto i suoi amici, non so se lui c'era. E' probabile ma non lo so. Non lo so. E non voglio fermarmi: voglio solo che lui mi veda fuori a mezzanotte nonostante io gli abbia detto che sarei andato a dormire. Perchè anche io posso fare qualcosa senza che lo avverta. Perchè io posso fare a meno di lui.

E la sera dopo stavo già meglio. L'incazzatura era un po' sparita. L'aria fredda della sera prima, unita a una sana camminata sotto le stelle e un po' di buona musica, aveva fatto il suo effetto. "Sì, sono stato un po' infantile", ho pensato, "però almeno boh, non sono morto senza stare con lui". Ecco. Non sono morto. Ho scoperto che il mio organismo può sopravvivere. Alleluja, alleluja. Non sono in simbiosi. Non sono il pesce pagliaccio che ha bisogno della protezione dell'anemone di mare.
E infatti, quella sera, sono andato a cena fuori ma con persone che non rispondevano al nome di OVD. E a quella cena non l'ho pensato un solo diavolo di secondo. E mi sono divertito e mi sono piegato in due dalle risate.
E poi sono tornato a casa. Il computer era acceso. Msn in funzione. Un suo messaggio: "Ciao, dove sei?".
E mi sciolgo ancora un po'.

Possibile?
E' una cosa che mi spaventa tantissimo: ho sempre saputo di essere un ragazzo ad alta Deviazione Standard ma, ora, non vorrei oltrepassare il confine. Questi sentimenti così tanto traballanti, sono al limite dell'alta Deviazione Standard: rischiano di essere sentimenti da mammoletta, da uomo senza spina dorsale, da uno che si compra con una lira.
Prima continuavo a dirmi che lo amavo, poi che è solo un amico e che mi va benissimo così, poi l'ho detestato per il fatto che sia solo un amico e ora ho in testa un turbinio di idee grigie e nere che non si decidono a colorarsi e a stare ferme, cambiando forma in continuazione. Perchè non ho un'idea precisa di questa situazione? Perchè continua a sfuggirmi qualcosa, qualcosa di importante, qualcosa di fondamentale, la chiave di tutta questa storia? E sopratutto, quale è la chiave? Proprio non riesco a immaginarmelo. Proprio non riesco!
Che io sia confuso, ci sta ed è così. Ma che io sia senza polso, questo non voglio che sia. Eppure non so come fare, per sincerarmi di come sono io. E se scopro che ho davvero superato il limite? Che posso farci, allora? Non si cambia temperamento a comando: servono anni, decenni... quando ci si riesce a cambiarlo.


C'è una cosa, però, che bisogna riconoscere a OVD: per lui, grazie a lui e con lui, nella mia vita mi sono messo in gioco più di quanto avessi mai fatto prima.

Ed è forse per questo che continuo ad amarlo ancora, amico o non amico.

K.I.S.S. (Keep It Simple, Stupids)

12 commenti:

Enrico Siringo ha detto...

Ma che grande cervello, entri su msn e ti chiede dove sei? se lo poteva risparmiare...

BimboSottaceto ha detto...

Vabbè dai non essere così impietoso XD Mi ha chiesto dove sono perchè ha visto che non rispondevo subito e avevo messo occupato come stato :D

Sybil ha detto...

Ma Bimbo tutti abbiamo bisogno delle persone che amiamo, non vuol dire non avere polso... Loro ci rendono vivi e ogni tanto abbiamo anche bisogno di odiarle.
Keep it simple you too :-*

Anonimo ha detto...

tesoro, sei arrivato a quello che temevo...
bacio grande MR

Anonimo ha detto...

quello che ti sta succedendo non è nulla di alieno. Capita a molti. Disorienta? Rafforza? Un poco di tutto. Però la soluzione non arriva mai da sola: devi prendere tu una strada. Hai fatto un bel passo avanti parlando in modo esplicito. Adesso non farne 100 indietro. Se hai dubbi o comunque domande, parla e chiedi, ma non agire per contromosse, ti svilisci. E soprattutto accetta come risposta ai tuoi dubbi anche i sui comportamenti. Non bisogna sempre solo "sentirselo dire", a volte è sufficiente osservare per rispondersi. Sei un grande.
E.

lillie ha detto...

..comunque vada ne uscirai più forte.. Con che faccia OVD ti ha contattato su msn..
Un bacio!

Lillie.

Anonimo ha detto...

mi volevo scusare x le considerazioni del post precedente. so che sei tutte quelle cose ma il gioco di specchi può confondere (anche e soprattutto chi cerca, come me, di capire) :)
ogni volta, sembra un caso da manuale...ma non lo è! il pesce pagliaccio certe volte ha bisogno di farsi squaletto ferito oppure tornare indietro come il salmone.
scusa ancora. hugs

sephyr

Anonimo ha detto...

Mi è successo.
Altalena di felicità - infelicità- felicità- infelicità..magari per degli eventi,gesti che a guardarli ora da fuori..sono quasi invisibili.. Eppure.. che trip che mi facevo,allucinanti.. a volte pensavo sul niente davvero.. poi quando facevo quei "dispetti"patetici..ma a chi??a me sicuro,non a lui..
Allora dopo la confessione,e il silenzio-assenso-compertamento come se nnt fosse come risposta.. ho chiuso tutto all'improvviso,così di netto,senza dire niente,senza che l'altro se l'aspettasse mai e poi mai da me da me.. non ci credeva davvero e me l'ha scritto,ma stavolta non aveva lui una risposta..
Dopo quasi un anno,combattendo i suoi 21872187373 eghi (se esiste il plurale) torna ancora per dire qualcosa..
e io?
bO,sicuro c'è ancora qui dentro me..ma sono felice che ora decido io!
Forse in amore si deve resistere,ci metto la mano sul fuoco..ma non correre dietro,e nemmeno restare fermi ad aspettare :)
Dai Enriiii... ma approposito la tesi?Che stai a combinaa..

Anonimo Firmato

efy! ha detto...

quello che ti dico sempre.. ciò che non uccide fortifica. lascia perdere. fattene una ragione e fatti una vita. non puoi vivere in funzione sua. in questo caso sei un pesce pagliaccio.. mi spaice dirtelo e lo sai.. mi piaceva uno che da me voleva essere lodato.. dopo un pò lo capisci.. ma dopo un mese.. no di certo dopo 1 anno.. stella mia.. cancellalo dalla tua vita. col tuo coraggio per lui sei diventato il messia di una pesante verità. è un bambino e non ci si comporta così. poi chiediti perchè vive di scopate.. è intelligente, ha soldi, ha savooir faire.. più che altro si vende bene.. è uno che nella vita avrà successo, lavoro e apparenza. se qualcun altro scaverà come hai scavato tu vedrà che non è tutta questa specialità e anche questa volta rimarrà solo. è un immaturo e poi diciamocelo.. non ti vuole punto e basta. è inutile che ci murighi sopra.. tu lo vuoi come compagno. della sua amicizia non te ne frega niente. perchè devi prenderti in giro? lo vuoi come amico per continuare a vederlo e sperare che cambi idea.. non sarà così

efy

Anonimo ha detto...

E se letta la tua lettera si è "spaventato" ? Metti che adesso nella sua vita non stia cercando nulla di serio e che non si aspettasse minimamente quello che tu provi per lui. Il punto però è un altro: ti vuole bene davvero? Perchè se non accompagnate da fatti concreti quel ti voglio bene scritto in un sms sono solo parole buttate al vento. Possibile che non abbia sentito la necessità di incontrarti per chiarirsi e sincerarsi di come stai realmente?
Amicizia o amore che sia la sostanza non cambia, se è sincero "non c'è montagna alta, non c'è valle profonda, non c'è fiume abbastanza vasto", tanto più che fra di voi non ci sono montagne nè fiumi nè valli

Anonimo ha detto...

no... è solo il mio modo di commentare...anche se non hai mai condiviso, sai come la penso su questo genere di situazioni... quindi senza che ogni volta ti stia a spiegare il mio pensiero, lascio semplicemente quello che mi passa per la testa...
bacio mr

Asinella Brava ha detto...

ah l'amour! incomprensibile sentimento :)
mi è piaciuto tantissimo leggere "per lui, grazie a lui e con lui, nella mia vita mi sono messo in gioco più di quanto avessi mai fatto prima".
Certo meglio le cose belle delle meno belle ma se trai qualcosa di positivo dal negativo, qualcosa di valido c'è ;)
Sia chiaro: TU hai qualla cosa valida, non lui ;)