venerdì 28 maggio 2010

Maybe, in the sky, we could see us again... goodbye, beautiful boy (because nothing is what it seems)






C'è un tempo per nascere e un tempo per morire
(Qohelet 3:2)
Ecco, io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la mia voce e apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con me.
(Apocalisse 3:20)





Arriva il gran giorno.
Io: un pelino teso. Non capita sempre di dover andare a parlare con un primario per una cosa come... uhm... il futuro della tua vita.
Io: teso per la tesi.

Ovviamente me la sto facendo talmente tanto sotto che sono lì mezz'ora prima, dopo aver spulciato un'altra volta per filo e per segno il libro di chirurgia plastica. Roba che se volevo ero capace di farle un lifting, alla prof.
Questo perchè, io, convintamente convinto, pensavo che sarebbe stato un colloquio per saggiare la mia basilare competenza.

Arrivo lì. Anticipo. Pian piano arrivano altri quattro sgarzullini del quinto anno. Uno che considerava 28 in anatomia un voto di merda, un'altra che aveva le sopracciglia da strega cattiva, un'altra ancora che sembrava uscita da "I ragazzi della 3a C" e un altro che era la fotocopia bidimensionale di un modello di Gucci.

Arrivano la Figàngela e TroyMcNamara. Ci dicono che ci faranno delle domande. Ad uno ad uno. Singolarmente. Neanche il tempo di finire di dirlo che i miei quattro compagnetti si alzano dalle loro sedie e spariscono. Nel momento in cui io volto la testa, non vedo più niente se non un cespuglio secco che rotola. Sento il frinire dei grilli e il rumore di una porta che sbatte alle mie spalle.


La Figàngela e TroyMcNamara mi fanno un sorrisone.

Io: Ehm... eheheheh...
TroyMcNamara: Allora, BimboSottaceto... come mai la chirurgia plastica?
Io: Perchè blablablablablabblablabla
Figàngela: E che altri internati ha fatto? E perchè?
Io: Blablablablablablablabla....
Figàngela&TroyMcNamara: E CHE VOTO HAI PRESO IN ANATOMIA???
Io: 28...
Figàngela: Ah... bene! :)
TroyMcNamara: Hai la fidanzata?
IoPensante: Ok, è uno scherzo. Dov'è la telecamera? Gli dico che sono frocio?
IoParlante: No...
Figàngela: E cosa fa nel tempo libero?
IoParlante: Mah... purtroppo ne ho poco... leggo un libro... mi faccio una passeggiata...
IoPensante: ... scopo come una porca...
Figàngela: E quando pensa di finire gli esami?
IoParlante: Settembre
Figàngela: Bene... quindi avrebbe molto tempo per la tesi :)
TroyMcNamara: Hai la macchina?
Io: Sì
TroyMcNamara: E la patente nautica?
IoPensante: Sì e guido pure i dirigibili... Ma ci devo venire in nave, in 'sto cazzo di ospedale?!?!?!
IoParlante: N...N...No...
TroyMcNamara: E qual è il tuo regista preferito?
IoParlanteMaSenzaParole: ...Tim Burton...
TroyMcNamara: ...
IoPensante: Cazzo mi guardi così? Mi guarderò i film che voglio eh...
IoParlante: Non sono un grande esperto di cinematografia...
TroyMcNamara: No.
IoPensante: Ma che cazzo vuoi? Mi guardo anche i porno gay, VA BENE?!?!?
TroyMcNamara: E fai sport?
IoPensante: Aaaaaaaaaa.... ma che è? La prima chattata su Msn con uno appena conosciuto su gayromeo??? Adesso mi chiede se sono attivo o passivo...
IoParlante: Sì. Un po' di palestra.
TroyMcNamara&Figàngela: ...
Io: Sì lo so che non si vede molto...
Figàngela: No ma si figuri.
TroyMcNamara: AHAHAHHHAHAHHAHA!!!
IoPensante: Fottetevi.
FigàngelaTroyMcNamara: Bene, le faremo sapere. ARRIVEDERCI!!!
Io: Ehm... già... buongiorno.
[Arretro senza dargli le spalle e, quando sono a distanza di sicurezza, mi fiondo in fondo all'aula pensando "MA DOVE CAZZO MI STO INFOGNANDO?!?!?!"]

Passano pochi giorni. Ricevo una chiamata. E' il segretario della chirurgia plastica. Ho la tesi. Argomento ancora da decidere ma sono uno dei prescelti.
Contento? Sì sono contento. Wow.
No, basta sarcasmo, CAZZO! SONO CONTENTO! Volevo fare questo no? Sì, volevo e voglio! E se non ci credo io in me stesso, nessun altro lo farà al mio posto!!!

E sì, avere fiducia in sé stessi senza risultare ridicoli... è davvero, davvero difficile -.-

Msn. Mi contatta GiraffoAzzurro. Un simpatico ragazzo molto carino che avevo nei contatti da un anno. GiraffoAzzurro l'ho conosciuto nei siti-pollaio nello stesso periodo in cui ho conosciuto TheGentleMan negli altrettanti siti-pollaio. Poi, però, la scelta su chi incontrare è ricaduta su TheGentleMan.
E ad un anno di distanza, cade su GiraffoAzzurro.
Che dire di lui. Che è figo, basta? Cioè: alto , grandi occhi blu, una marea di ricciolini castani, barbetta incolta, stile "dolce-da-strada". E 3 gambe. Sì vabbè, non siamo andati subito a letto: prima l'ho aiutato a sistemare dei volantini per il suo palazzo, poi ci siamo guardati un film, poi ci siamo mangiati del cioccolato, poi abbiamo parlato per due ore sul divano, poi per altre due ore sul letto... e poi abbiamo smesso di parlare e abbiamo fatto quello che doveva proprio essere fatto (grazie LUAN!!! Senza di te, non avrei ringraziato il cielo per cotanta abbondanza ma avrei preferito fare testamento!!!). E baciava divinamente. E faceva tutto il resto divinamente. E lui diceva che io ero divino (sopratutto il mio sodissimo sedere, ovviamente).

Ecco, inizio a pensare di essere solo un culo, ormai.

Comunque si trasferirà a Roma. Peccato, era molto simpatico. E, comunque, non sono interessato a lui da quando ho realizzato una cosa.
Che cosa?
La scorsa settimana sono andato in discoteca al Barbarella con TheGentleMan. C'era lo spogliarello burlesque di Justine Mattera (che, tra l'altro, era mezza incazzata perchè non l'applaudivamo... ma amore, PRONTOOOOH?!?!??! Ti sei messa a cantare e ballare per 10 MINUTI 10 in una discoteca di froci e per di più le tette ti hanno scapezzolato fuori... MA PENSAVI DI ARRIZZARCI TUTTI?!?!? E' già molto che non ti abbiano lanciato le uova di struzzo! Vabbè comunque è stata brava, ecco) e il giorno dopo siamo stati assieme tutto il giorno, all'idroscalo, a prendere il sole e a guardare i bagnini della torretta 2 e i canottieri che facevano le gare universitarie, a cena fuori... e io più lo guardavo e più mi rendevo conto che lui è proprio quello che ci vuole per me. Carino, simpatico, intelligente, dolcissimo, affettuoso, tenero. E sto pensando di chiedergli se non trovasse anche lui che sia il caso di iniziare qualcosa di un pochino più ufficiale (cioè: basta siti-pollaio, basta scopamicizie).
Ah! Tra l'altro! Le risaaaaaaaate! Ora vi racconto.
Dopo la discoteca, ovviamente, c'è stata la notte di passione... soltanto che, causa ora tardissima e alcol, io mi addormentai durante i nostri amoreggiamenti.

IoCheMiSveglio: Buongiorno...
TheGentleMan: Buongiorno!
Io: Ma mi sono addormentato ieri??? Scusaaaaaaaaa :(
TheGentleManCheMiPorgeUnCaffè: Ma no, tranquillo...
IoCheMiSiedoAlTavolo: Ma quando mi sono addormentato?
TheGentleManCheSiSiedeAlTavoloEPucciaUnBiscottinoNelCaffè:... beh, non ho mica visto l'ora...
Io:...sì, ma che stavamo facendo? Mi stavi sbaciucchiando?
TheGentleMan:...
IoGlugluglùCaffè: 'mbè?
TheGentleManTuttoD'unFiato: Tiseiaddormentatomentrecel'avevidentro.
IoSpruuuuuuuuuzzzzCaffè: SCUSA?!?!?
TheGentleMan: E russavi pure!!!
Io: Ma mi pigli in giro???
TheGentleMan: No no!!! E, visto che non sembrava darti fastidio, ho anche concluso, io!!!

Insomma: bello, gentile, simpatico, educato, intelligente, ricco... e pure delicato. Che voglio di più?

E' arrivato il giorno in cui mi tocca andare a parlare col prof di Medicina Legale. Dirgli che SAYONARA! Ho la tesi in plastica. Sono terrorizzato: mi caccierà ad urla, ne sono sicuro. Mi preparo un super discorso per calmarlo "E' il mio futuro... bla bla bla... Non è un capriccio infatti mi laureerò un anno in ritardo... bla bla bla ... del resto con tutte queste attività da fare è anche difficile capire cosa si vuole veramente fare... bla bla bla...".

[Toc Toc]
Medimorte: Buongiorno!!! Come andiamo??? :)
Io: Eh.. Ehm ehm... eheh... bene ma sono molto imbarazzato...
Medimorte: Nooooo ma perchè? Si sieda si sieda!!! Mi dica! :)
IoSedutoSuUnaSedia: Ecco vede, un conto è studiare le cose sui libri... e mi piacciono tantissimo gli argomenti di medicina legale eh... però un conto è anche poi lavorarci... e io, insomma, io vorrei fare ciò che DAVVERO voglio fare...
MedimorteSedutoSullaScrivaniaGanzissimo: Capisco benissimo... non c'è nessun problema!
Io: Mi creda, son molto imbarazzato e non vorrei davvero averle fatto perdere troppo tempo :(
Medimorte: Ma si figuri! Scherza? Del resto è il suo futuro! E' difficile capire cosa davvero si vuol fare con tutte queste attività che avete da svolgere! E anzi mi fa piacere che l'abbia capito per tempo perchè è molto meglio ritardare un po' gli studi che ritrovarsi per tutta la vita a fare un lavoro che non le andava! Ora in cosa si è orientato?
IoAmmiratissimo&Commosso: Chirurgia...
Medimorte: Ah bene, ottima scelta, poi ci sono anche molti posti in specialità!
Io: ... plastica.
Medimorte: ...
Io: ...
Medimorte: Massì, qualche cosa troverà anche con chirurgia plastica...
IoPensante: D'OH!
Medimorte: Comunque per qualsiasi dubbio, noi siamo qui! Venga quando vuole! :)
Io: Grazie, prof! Arrivederci!
Medimorte: Arrivederci!
IoPensante: Ma porterà sfiga detto da un medico legale?

Comunque... rendetevi conto: ho rifiutato di fare la tesi con un figo di medico legale, in un posto che mi piace tantissimo, per un lavoro molto carino, con uno stipendio da favola e orari comodissimi. Per cosa? Per laurearmi in ritardo, con una prof-cerbero, per fare un lavoro per cui non ci sono praticamente più posti e faticosissimo. Ma che adorerei fare: ragiono col cuore. Inutile contrapporvisi.

C'è un'autopsia, oggi. Ok, vado. Non sono più un tesista in medicina legale ma vado lo stesso: mi piace e mi danno punti che mi servono. Entro in sala settoria. Chiacchiero con la mia compagna del più e del meno, mentre aspetto che arrivi il corpo.
La sala settoria ha sempre un odore di pulito, quando il corpo non c'è. Odora di pulito, anche se in realtà è piena di germi. Mai toccare niente.
Arriva il corpo. Mai toccare niente.
Io chiacchiero del più e del meno. Mai toccare niente.
Svrrrrrrrr. Il rumore delle rotelline del lettino che si avvicina al tavolo settorio. Mai toccare niente.
Mi volto per vedere il cadavare. Mai toccare niente.
Ma l'ho riconosciuto. Non potevo toccare niente, dovevo per forza toccare le mie braccia, il mio torso, le penne che avevo in tasca, schiacciare dei pulsanti a caso del cellulare, sfiorarmi le cosce. In modo da essere sicuro che io sappia ancora muovermi, vedere e sentire. In modo da essere sicuro che quello che sto vedendo sia lui e quello di cui sto sentendo l'odore di morto sia lui.
Era uno dei ragazzi che affollavano la poco affollata serata gaya di questa ridente cittadina universitaria alle porte di Milano. Uno di quelli sempre belli, sorridenti, senza l'ombra di un pensiero gravoso negli occhi.
Alto, dal viso bellissimo e con gli occhi neri da gatto, sopracciglia lunghe e sottili, un corpo magro ma che dava un senso di morbidezza.
E ora, delle sue movenze effeminate, non è rimasto niente, sopra il tavolo settorio. Di quel malizioso scintillio, nei suoi occhi da 21enne, non c'è più niente. I vestiti da radical-chic che aveva indosso sono stati tranciati via di netto dal coltello del medico legale, per iniziare l'autopsia, mentre la sua testa sbatteva leggermente sul tavolo ad ogni bottone che saltava via. Di quel sorriso bianchissimo e canagliesco, ora non c'è più che una bocca socchiusa in un espressione vuota.
Gli scivola un braccio fuori dal tavolo. Brilla alla luce del neon uno dei suoi anelli d'acciaio. Gli ripongono il braccio al suo posto.
L'autopsia inizia. E mentre scollano il cuoio capelluto dal cranio, mentre incidono il suo torace e la sua pancia, mentre lo eviscerano, penso con uno stupido sorriso che, considerato il suo essere sempre perfettino, se avesse saputo quello che succede a chi si suicida, non si sarebbe mai messo quel sacchetto di plastica attorno alla testa, quella notte.
Il suo cuore viene posto sulla bilancia. Mi domando quanto davvero possa pesare, quel cuore. Mi domando come possa pesare così tanto il cuore, a 21 anni. Talmente tanto da farti decidere che il suo battito ti sta assordando e che deve finire.
Mi domando come ha fatto a sembrare sempre bianco, con tutto il nero che doveva avere dentro.
Mi ritrovo il suo volto che sorride, ogni tanto, di fronte agli occhi. Entro spesso nel suo profilo di FaceBook, ancora lì in rete come se lui fosse tra di noi, come se la prossima settimana lo potessi ritrovare in carne ed ossa a fare il pazzo al Borgo. Mi sembra così strano non poter più sentire le sue discussioni con OVD su quanto sarà divertente quest'anno in quell'orribile posto che è Torre Del Lago, con la sua voce ambigua.
E sarà possibile capire mai le cose per quello che davvero sono? Sarà mai possibile avere la forza di andare avanti? Sarà veramente possibile trovare ogni secondo che passa un motivo, anche banale, per pensare che il battito del tuo cuore è un prezzo ridicolo da pagare per quello che stai facendo?
E alla fine, tocca fare i conti con la possibilità che niente è come sembra.

Lo stesso giorno dell'autopsia, vado a lezione. Questa è l'ultima lezione della mia vita. I sei anni di università sono finiti. E' come se si concludesse un'epoca per me. Finita l'ultima ora, siamo tutti quanti esplosi in abbracci e hip-hip-urrà.
Siamo usciti fuori, il sole era caldissimo, così come i nostri animi. Decine di macchine fotografiche sono spuntate dal nulla per fermare per sempre questo momento. Decine e decine di sorrisi si sono stampati per sempre nella nostra memoria.
A pochi metri di distanza da quel cortile al sole, l'obitorio. L'obitorio con il corpo di un ragazzo che non ce l'ha fatta a pensare che, anche se l'amore sembra averti voltato le spalle, anche se in testa hai un gran casino per il tuo futuro, valga la pena continuare a camminare su questa terra per veder arrivare un'altra serata in compagnia di qualche amico o una giornata assolata in cui finalmente puoi gridare "Ho finito le lezioni!".
Le risate dei miei compagni si fanno un po' più lontane e ovattate, mentre penso queste cose... e guardo verso il cartello che dà l'indicazione "obitorio - sala settoria", mi si aggrottano un po' le sopracciglia, per una montata di rabbia improvvisa.
Poi qualcuno mi chiama: "
BimboSottaceto, vieni a farti una foto con noi!". E' MissPerfect, insieme a PupoBiondo, PupaBruna, DonnaBenzina, ChirurgoPazzo, CeLeHoTutteIo, Viterbesa, ExCoinquilino, MariaTettusa. Le voci ritornano alle mie orecchie forti e allegre come prima. Vado da loro a fare la foto. Sorrido e lo faccio sinceramente.
Non posso non sorridere, di fronte a tutto questo.
Non è la prima volta che mi trovo di fronte alla morte ma è la prima volta che mi trovo di fronte a una morte che poteva benissimo capitare a me: la solitudine è una morte che può uccidere chiunque.
Ho delle motivazioni per continuare ad andare avanti, anche per continuare a soffrire ma sempre con la certezza che qualcuno che ti abbracci, alla fine della giornata, ce l'hai ancora.
Qualcuno, queste ricchezze, non le ha mai avute.
Chi ce le ha, non può esimersi dal dovere di sorridere.
Addio e, ovunque tu sia, mi dispiace che tu sia stato troppo solo per essere così sensibile, come un angelo senza colpe caduto in un inferno.

31 commenti:

PD ha detto...

Mi hai fatto piangere. non è giusto!
Baci

insect ha detto...

hai fatto piangere anche me.... forse perchè mi ci ritrovo in quel ragazzo.......

thetrickistokeepbreathing ha detto...

è un post bellissimo, grazie.

Mauro N. Battaglia ha detto...

hai voluto e ottenuto.
hai taciuto e soprasedduto.
hai scopato cagna e goduto.
hai vibrato per una volta cazzo le corde di unaltro infinito solitario cuore ed emozionato.
finalmente bimbo, finalmente
per la prima volta, posato,
la maschera sul comodino di miss "è solamente un film bellezza"
per uscire dalla porta e dire,
è solo la vita, anche quando c'è tristezza baby.
bravo.

AnticameraM/M ha detto...

Che bello questo post BimboSottaceto...ha fatto proprio centro.
Grazie :)

Anonimo ha detto...

i miei post non servono più.
mi fa piacere che tu abbia capito come si gestisce quella materia incandescente che è la felicità.
post pensato, vissuto e scritto benissimo. soprattutto il finale: virgilio diceva "e nel tuo sorriso, bimbo, riconoscerai il tuo destino".

ti abbraccio.

sephyr

Andy Crop ha detto...

Prima parte molto brillante.
La seconda è una mazzata.
Proprio ieri parlavo con una mia ex compagna di classe dopo 3 anni e le ho detto che sono gay.
Lei è restia a crederci o accettarlo.
E non riesco a non pensare che lei in fondo non voglia accettare la situazione perchè non mi conosce a fondo(e anche perchè era innamorata di me)e contemporaneamente che protrebbe pensarla così per altri motivi a me sconosciuti,perchè forse sono io invece a non conoscerla davvero.
Direi che con questo post hai sfiorato l'ignoto,anzi,il mistero delle relazioni umane e la verità che sta dietro ad ogni volto,inconoscibile davvero,anche se disponessimo dell'eternità(e purtroppo,nel post c'è l'ennesima conferma che non è così)per osservarci l'un l'altro.
Mi ha fatto riflettere su come in fondo,anche se conosciamo una persona,non la conosciamo e non ci è concesso sapere davvero le vere motivazioni delle sue azioni,specialmente se estreme.
Il post più bello in assoluto.

frontixx ha detto...

un post bellissimo, che altro si può dire? l'ho letto due volte, e non è detto che non lo rifaccia ancora...

Pegasus ha detto...

Wow, non mi sembra vero, anche ad un amico di una mia amica è successo, qualche settimana fa.. ed io conoscevo questo ragazzo..andavamo nello stesso liceo..una concatenazione strana che magari poi ti racconterò, che mi ha portato a capire quanto l'apparenza sia totalmente diversa dalla sostanza dei sentimenti, e quanto le persone che sembrano più forti siano in realtà le più deboli, non posso riuscire a capire un gesto del genere, per quanto ci abbia pensato anche io però non lo avrei mai fatto nè lo farei mai..e mi dispiace che lui non abbia avuto la possibilità di capire quanto di bello ci possa essere nella vita, ha fatto un percorso opposto al mio ed è arrivato a intricarsi nei suoi problemi e a farsi sopraffarre dalle insicurezze, non aiutato neanche dalla vita...

Signor Ponza ha detto...

Wow. Per i dieci minuti della lettura del post mi hai rapito. Mi avevi, potevo essere tuo.

Anonimo ha detto...

Bellissimo post. Povero ragazzo, che riposi in pace.

Anonimo ha detto...

dai reazione degl'altri, dalla mie nel leggere quello che scrivi posso semplicemente dire che non Sei solo un culo, anzi..

macD

findarto ha detto...

urka lifting aggratis per tutti!

Anonimo ha detto...

BIMBO è QUESTO E MOLTO ALTRO, è UN ANGELO CADUTO DAL CIELO, è UN REGALO DELLA NATURA.......COME POTREMO FARE SENZA DI LUI , CHE VITA SAREBBE...........IO ME LO IMMAGINO BELLISSIO... CHISSà QUAL'E' IL SUO VERO NOME , CHE SUONO HA??

GRAZIE BIMBO....GRAZIE DI ESSERCI.

NOAH

Anonimo ha detto...

un abbraccio... un abbraccio sincero

Whatislove. ha detto...

Che bel post *-*
Penso che tu non abbia solo un bel culo, ma anche una bella testa. E un bel cuore ;)

Capitan Astro ha detto...

ognuno è in parte quello che è costretto ad essere in funzione delle aspettative degli altri ed in parte ciò che vuole essere. se ci facciamo sopraffare dalla prima purtroppo questo è il risultato...

Tu sei stato la gioia di molti ragazzi grazie al tuo Culo ma non solo! Ci vuole anche coinvolgimento ed alchimia e penso che per il piacere che ne hai tratto e l'abbondanza delle scopate raccontate sei una bomba bimbo!

forse è arrivato anche per te il momento di una relazione stabile tesoro.
un abbraccio

Anonimo ha detto...

qual'è il tuo vero nome bimbo solo il nome. grazie ANDREAS

Safe ha detto...

Ho qualche problema se ho letto il post tre volte? :)
Complimenti, apprezzo il tuo modo di portare nello scritto la freschezza e l'intensità di simili sentimenti. Si ha quasi l'illusione di toccarli con mano, i tuoi sentimenti.

Gayburg ha detto...

Un post decisamente toccante e commuovente

:'-(

Enrico Siringo ha detto...

tesoro... ma dimmelo quando posti, potevamo parlarne un po'... :(

Anonimo ha detto...

..Fa paura pensare quanto la morte a volte è vicina a noi. Ci è passata accanto e non ce ne siamo neanche accorti.
i want to be your patient.
Senza cuore saremmo solo macchine!
:'(

Anonimo Firmato

M. ha detto...

Ok.
Quando sono entrato nel tuo blog qualche minuto fa mi sono detto: "vediamo che altra cazzata da frocia superficialotta ha scritto questo qui".
E ho letto il post.
Sì, è proprio una frocia superficialotta.
Sì, quello che mi aspettavo.
Sì, beh, ti pareva che non doveva rimarcare in più punti di essere una giovenca scopaiola con un bel culo.
E sì, sì, sì, abbiamo capito che vuole fare il chirurgo plastico, alleluja, ce l'ha fatta.
Oh. Pensa. Ha addirittura detto che forse è il caso di crescere e magari iniziare qualcosa di serio con il suo tipo. Va bene, ci vorrà una decina d'anni prima che ci riesca davvero, ma almeno l'ha ammesso a se stesso.
E poi oh.
Poi ho sentito il cuore fare cric, come qualcosa di troppo fragile schiacciato da un peso eccessivo.
Mi si sono riempiti gli occhi di quel rumore.
E niente.
Non ho altro da aggiungere, se non che magari in fondo in fondo non sei poi così male.

BimboSottaceto ha detto...

@Pd e Insect
Su su... :)

@Thetrickistokeepbreathing
Prego :)

@Mauro N. Battaglia
E' questa la vita, anche quando c'è solo tristezza. Grazie baby :)

@Anticamera M/M
Grazie :)

@Ottorizzontale
Grazie!

@Sephyr
Credo di essere ancora lontano dal sapere gestire felicità e tristezza... chi ha detto che i tuoi post non servono più? :)

@AndyCrop
...forse solo chi ci ama veramente, si fa veramente conoscere :)

@frontixx
Non consumarti gli occhi! :D

@Pegasus
Per suicidarsi, ci vuole forza nella debolezza :(

@Signor Ponza
A parte che tu sei già mio ma... GNENTE GNENTE che ieri pomeriggio eri a fare la spesa all'ex-GS??? :D

@Anonimo
Già :( Riposo in pace :(

@MacD
Grazie :)

@Findarto
Tu sei bello così! :D

@Noah
Eehehehhehe :) La bellezza sta negli occhi di chi guarda! E comunque sì, sono un bellissimo angelo mediterraneo con un nome dal suono germanico :) Ma sono proprio bello eh! u.u

@Anonimo
Ti abbraccio anche io :)

@Whatislove
Grazie caro :)

@Capitan Astro
Forse è arrivato il momento, lo penso anche io, forse :/

@Andreas
Purtroppo non rivelerò il mio nome (per lo meno non sul blog) però, se proprio vuoi un indizio, è un nome di origine germanica :)

@Safe
Rileggi quanto vuoi :) E grazie! :)

@Gayburg
Grazie :)

@Enrico Siringo
Ma puccipù, tu lo sai che io con te ci parlo sempre mica solo quando posto! XD

@Anonimo Firmato
Tanto vicino, alle volte, quasi ci striscia contro :(

@M.
Beh, diciamo che la mia maledizione è proprio quella: risultare superficialotto. Per carità, non dico di non esserlo: rido sempre, faccio il cretino, parlo di cazzi e discoteche e tutte 'ste cosine qua. E nessuno prova mai a pensare che posso essere altro. Nessuno che si pone il problema che io possa essere superficiale quando è il momento (e vivaddio che ci sono quei momenti) e serio quando è il momento di essere dannatamente seri. Nessuno che pensa che schematizzare le persone è una mission:impossible. Nessuno che pensa che una persona ha molti pensieri dentro sé e che non li esterna necessariamente tutti. Nessuno pensa che qualcuno si possa suicidare anche se queste cose succedono tutti i giorni.
Ebbene io sono così: alle volte mi suicido e qualcuno pensa "Non avrei mai pensato che tu potessi farlo".

Baci a tutti :)

M. ha detto...

Il fatto è che uno può anche sospettare che tu in realtà non sia poi così imbarazzantemente superficiale, ma come fa ad esserne certo se tu non gliene dai prova? Ok, non sei mica tenuto a farlo, d'altra parte ci vuole coraggio ad abbassare le difese e a sventrarsi davanti a una folla, ma non puoi nemmeno pretendere che la gente ti legga i pensieri o si ostini a idealizzarti come una persona diversa da come appari.
Comunque, ricredersi in positivo sulle persone è una delle cose più belle che possano capitare. È una delusione al contrario. Fa piacere.



(Ma tanto resti sempre una giovenca scopaiola e superficialotta!)

BimboSottaceto ha detto...

Sì ma non vedo neanche il motivo per marchiare una persona come pagliaccio perchè è allegro nei momenti giusti! Cioè, mi sembra un atteggiamento superficiale e per di più dato da persone che ti reputano superficiale! Capito? E adesso amami perchè voglio essere la tua gran vacca superficialotta e anche superFICA-A-LOT-ta!

Signor Ponza ha detto...

Io non frequento quei postacci! :D e se sono già tuo, allora pigliami almeno tu che qui se no non mi si piglia nessuno. :)

PS: Ho visto il commento solo ora, sorry.

Ilia ha detto...

Bimbo, lo sai che ti voglio bene, vorrei essere a Milano e conoscerti e scherzare con te, e parlare di cose serie con te perchè, mioddio, tu non lo sai ma sei il mio specchio al maschile..no, al gayile.
Bacio
Fra

Fabrizio ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
BimboSottaceto ha detto...

@Ilia
un bacio :)

@Fabrizio
"Hai commentato il mio blog e mi sono messo a leggiucchiare il tuo, ho scelto il primo post in base alla canzone. Questa "Loneliness" mi ha rapito. Poi ho letto il tuo post, e alla fine mi è scesa una lacrima e ho capito che la teoria dei sei gradi di separazione mi fa paura, perché viviamo nella stessa città, abbiamo conosciuto lo stesso ragazzo che tu hai visto sopra il tavolo settorio. XXXXX, io l'ho anche "amato" anni fa quando eravamo entrambi giovani e stupidi. Hai scritto delle parole bellissime. Che riposi, finalmente, in pace."

Ciao Fabrizio, scusa se mi son permesso di cancellare il tuo commento ma conteneva un nome proprio e, a meno che non sia il tuo nick (appunto!), non mi va di tenere nomi propri, qui :) Non ci sono identità, non ci sono conoscenze in comune, non ci sono sei o seimila gradi di separazione, non ci sono città e non ci sono posti in cui BimboSottaceto e Fabrizio vivono assieme: questo è un blog e queste sono solo parole :)
Baci :)

Fabrizio ha detto...

Non sapevo di non poter scrivere un nome, scusa. :)

Eppure mi sbaglierò ma mi sembrano molte le coincidenze, anche in altri post. Ma ripeto, mi starà sicuramente sbagliando.

Buon weekend.